AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

07 febbraio 2013

VOUCHER E AGRICOLTURA RAPPORTO COMPLICATO

  

attenzione sono intervenute modifiche alla normativa in data18/02/2013 consultare il link
Ministero del Lavoro nella Nota protocollo n. 3439/2013 del 18 febbraio 
Le aziende agricole che superano i € 7.000 di volume d’affari, possono utilizzare i buoni lavoro solo per i lavoratori con le suddette caratteristiche, mente le aziende che sono al dì sotto di quel limite, possono utilizzare per qualunque tipologia di lavoro agricolo qualsiasi soggetto, purché non sia iscritto l’anno precedente negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli
E’ opportuno che il datore di lavoro acquisisca dal lavoratore una dichiarazione relativa al non superamento degli importi massimi annuali. Essendo una prestazione di tipo occasionale ed accessorio, non dà diritto alle prestazioni di malattia, maternità, disoccupazione e assegni familiari. Il compenso del prestatore che ha svolto l’attività occasionale ed accessoria, è esente da ogni imposizione fiscale, e non incide sullo stato di disoccupazione.
Con una recente circolare l’Inps, dispone che le prestazioni di lavoro occasionale accessorio sono quelle attività di natura “meramente occasionale” che non danno luogo a compensi superiori a € 5.000 nel corso dell’anno solare, considerando tutti i committenti. Le stesse prestazioni svolte a favore di imprenditori commerciali o professionisti, non possono superare € 2.000 annui, con riferimento a ciascun committente. 
_________________________________________________________________________________

fino al 07/02/2013 era così:
Spendiamo due parole nel tentativo di fare chiarezza sull'utilizzo dei voucher in agricoltura.
Cosa sono i vaucher : sono retribuzioni per il lavoro occasionale di tipo accessorio
dal sito dell'INPS:
"È una particolare modalità di prestazione lavorativa la cui finalità è quella di regolamentare quelle prestazioni occasionali, definite appunto 'accessorie', che non sono riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario, e tutelare situazioni non regolamentate. Il pagamento avviene attraverso 'buoni lavoro' (voucher).Sono garantite la copertura previdenziale presso l'INPS e quella assicurativa presso l'INAIL. 
Attenzione. Si precisa che lo svolgimento di prestazioni di lavoro occasionale accessorio non dà diritto alle prestazioni a sostegno del reddito dell'INPS (disoccupazione, maternità, malattia, assegni familiari ecc.), ma è riconosciuto ai fini del diritto alla pensione. "
A cosa servivano: a eliminare il lavoro "in nero" sopratutto per quanto riguardava le lavorazioni prettamente stagionali che rendevano impossibile alle aziende agricole assumere a tempo indeterminato del personale.
Lavorazioni come : raccolta ortaggi,vendemmia,potatura ecc..
Per che tipologia di lavoratore si posso utilizzare:
"Per le aziende con volume d’affari inferiore a 7.000 euro che possono utilizzare qualsiasi soggetto in qualunque tipologia di lavoro agricolo, anche se non stagionale, purché non sia stato iscritto l’anno precedente negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli."
Per tutte le altre aziende solo:
pensionati, giovani con meno di 25 anni,studenti (ma non in periodi scolastici),cassaintegrati.
quindi escluse: le casalinghe e i disoccupati dai 25 ai 50 anni. (?)

fino al 18/02/2013 queste erano i compensi e le durate:
Hanno un taglio minimo di 10 euro l'ora (Il valore netto del voucher da 10 euro nominali, cioè il corrispettivo netto della prestazione, in favore del prestatore, è quindi pari a 7,50 euro. ) e una durata massima di 30 giorni dall'acquisto ( una sorta di scadenza per essere utilizzati) quindi non tengono conto del fatto che, essendo utilizzati per lavori stagionali, per definizione dipendono dal clima,che non sempre è dalla parte degli agricoltori....quindi un lungo periodo di mal tempo potrebbe renderli inutilizzabili.
Limiti economici :
Per il committente impresa familiare non possono avere un importo annuo  lordo superiore a 13300 euro .
Per i lavoratori non posso superare i 5000 euro annui.
Per questi motivi, alcuni dei quali derivanti dalla Riforma Fornero, le aziende tendono ad assumere per 30/40 giorni a tempo determinato in modo da poter assumere figure più qualificate.










Print Friendly and PDF

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA
Clicca sull icona e Leggi le riviste online o sfoglia le news/letter !

Consulta le pubblicazioni GRATUITE nella NOSTRA biblioteca multimediale

articoli