AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

03 gennaio 2014

Prorogato dal 31/12/2015 il termine per la revisione dei mezzi agricoli

Definitivamente prorogata la tanto temuta

 REVISIONE DEI MEZZI AGRICOLI  

CHE DOVEVA ESSERE FATTA  DAL 01/01/2014 

SLITTA AL 01/01/2015  30/06/2015 31/12/2015


REVISIONE TRATTORI agricoli
SI è un obbligo di legge.
SI la devono fare tutti i trattori agricoli (senza alcuna esclusione).
NO non c'è ancora ad oggi il decreto per dove/come farla.
Si i mezzi che non faranno la revisione nei termini verranno sanzionati.
Si la revisione è obbligatoria sia che il mezzo circoli su strada o che stia sempre in azienda. 
I primi trattori a doverla fare sono quelli immatricolati prima del 31/12/1973
e devono farla entro il 31/12/2017.

questa la tabella con le scadenze a seconda della data di immatricolazione
  
VEICOLI IMMATRICOLATI ENTRO IL:REVISIONE ENTRO IL
31 dicembre 197331 dicembre 2017
dal 1° gennaio 1974 al 31 dicembre 199031 dicembre 2018
dal 1° gennaio 1991 al 31 dicembre 201031 dicembre 2020
dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 201531 dicembre 2021
dopo il 1° gennaio 2016al 5° anno entro la fine del mese di prima immatr.
Con il supporto delle organizzazioni degli utilizzatori di macchine agricole si sta lavorando con i Ministeri per arrivare ad un testo di legge che allinei le tariffe e le procedure per la revisione a quelle già in vigore per gli autoveicoli, senza ulteriori complicazioni o rincari.

E' in fase di discussione anche la richiesta fatta dal Ministero dei Trasporti di prevedere, nell'ambito della revisione, anche il controllo da parte dell'INAIL  dei requisiti di sicurezza dei luoghi di lavoro

Per quanto riguarda le modalità di esecuzione della visita di revisione, queste sono disciplinate dall’articolo 5 che rimanda ad un successivo decreto i dettagli tecnici. Viene però puntualizzata la possibilità di effettuare la revisione tramite unità mobili.
Quale era la NORMATIVA:
Già prevista nel Decreto Legislativo N. 285 del 30/04/1992  e successive modificazioni. 
emessa da: Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti
Pubblicazione della norma sulla G.U. n. 114 del 18/05/1992
Titolo/Oggetto
Nuovo codice della strada

TITOLO III - DEI VEICOLI 

Capo IV - CIRCOLAZIONE SU STRADA DELLE MACCHINE AGRICOLE E DELLE MACCHINE OPERATRICI 
articolo 111: Revisione delle macchine agricole in circolazione

1. Al fine di garantire adeguati livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e nella circolazione stradale, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, con decreto da adottare entro e non oltre il 28 febbraio 2013, dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione a norma dell’articolo 110, al fine di accertarne lo stato di efficienza e la permanenza dei requisiti minimi di idoneità per la sicurezza della circolazione. Con il medesimo decreto e` disposta, a far data dal 1º gennaio 2014, la revisione obbligatoria delle macchine agricole in circolazione soggette ad immatricolazione in ragione del relativo stato di vetustà e con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1º gennaio 2009, e sono stabiliti, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, i criteri, le modalità ed i contenuti della formazione professionale per il conseguimento dell’abilitazione all’uso delle macchine agricole, in attuazione di quanto disposto dall’articolo 73 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.
2. Gli uffici della Direzione generale della M.C.T.C., qualora sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti di cui al comma 1, possono ordinare in qualsiasi momento la revisione di singole macchine agricole.
3. Nel regolamento sono stabilite le procedure, i tempi e le modalità delle revisioni di cui al presente articolo, nonché, ove ricorrano, i criteri per l'accertamento dei requisiti minimi d'idoneità cui devono corrispondere le macchine agricole in circolazione e del loro stato di efficienza.
4. Il Ministro dei trasporti e della navigazione, con decreto emesso di concerto con il Ministro per le politiche agricole , può modificare la normativa prevista dal presente articolo in relazione a quanto stabilito in materia da disposizioni della Comunità economica europea.
5. Alle macchine agricole, di cui al comma 1 si applicano le disposizioni dell'art. 80, comma 7. 
6. Chiunque circola su strada con una macchina agricola che non è stata presentata alla revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 78 a euro 311. Da tale violazione discende la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione o del certificato di idoneità tecnica, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo

Ora con il nuovo decreto tutto slitta a partire dal 01/01/2015
30/06/2015
31/12/2015

DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2013, n. 150  

Proroga di termini previsti da disposizioni legislative. (13G00197) (GU Serie Generale n.304 del 30-12-2013)

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale n. 49 del 28 febbraio 2014 della Legge n. 15/2014 di conversione del D. l. 150/2013, recante “proroga dei termini previsti da disposizioni legislative”, entrato in vigore il 28 febbraio 2014, viene confermata la proroga relativa all'entrata in vigore della revisione delle macchine agricole.
In particolare in sede di conversione si sono allungati ulteriormente i termini per l’emanazione del decreto con cui disporre la revisione, dal 28 febbraio 2013 al 31 dicembre 2014 (non più entro il 30 giugno 2014) ; mentre il termine di avvio del processo di revisione viene spostato dal 1° gennaio 2014 al 30 giugno 2015.


La legge 150, oltre a posticipare l'attuatività della revisione, sposta al 30 giugno 2014 la dead line entro la quale il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti - di concerto con quello delle Politiche agricole e forestali - dovrà definire il decreto attuativo contenente le procedure, i tempi e le modalità delle revisioni nonché i criteri per l'accertamento dei requisiti minimi di idoneità per le macchine agricole in circolazione. 
Per ulteriori informazioni consultate anche l'articolo
 Ancora incerte rimangono anche le prescrizioni tecniche richieste alle macchine oggetto di revisione, i requisiti necessari per i centri autorizzati al procedimento di revisione ma anche la periodicità della revisione.

Consulta comunque la Ns BIBLIOTECA 
nella sezione normative per saperne di più  
dal sito di Confagricoltura Mantova:


L’ulteriore proroga, chiesta da Confagricoltura anche presso le sedi parlamentari, rende conto delle difficoltà oggettive sia in termini di costi per le imprese che in termini  organizzativi.
Si registra anche il fatto che l’ENAMA, incaricato dal Mipaaf e dal ministero dei Trasporti, di formulare una proposta condivisa  dalla filiera per dare attuazione alla revisione delle macchine agricole, abbia effettuato una valutazione, i cui lavori sono arrivati alla conclusione di una prima fase. Una volta che il Consiglio ENAMA approverà la proposta, la stessa verrà inviata ai suddetti Ministeri.
Fermo restando che le preoccupazioni sempre evidenziate per l’avvio della revisione delle macchine agricole rimangono intatte - la questione che comunque preoccupa maggiormente è che i trattori più vecchi, oltre a dover essere adeguati alle normative sulla sicurezza (dispositivi di protezione in caso di ribaltamento e cinture di sicurezza) hanno subito negli anni diverse modifiche che non le rendono più corrispondenti agli iniziali criteri di omologazione (pneumatici, sistemi di guida, ecc.) – si è arrivati ad un compromesso con i soggetti della filiera che porta a:
  • limitare la revisione ai soli trattori agricoli (comprese le motoagricole);
  • prevedere un numero non eccessivo di controlli, ma sufficiente a rendere valida la revisione anche ai fini dei controlli sulla sicurezza sul lavoro;
  •  prevedere una gradualità dell’entrata in vigore della revisione a partire dai trattori più vecchi;
  • prevedere procedure semplificate per l’aggiornamento del libretto di circolazione, nei casi in cui sia necessario.
Inoltre si è precisato nel documento che il provvedimento sulla revisione potrà essere condiviso dalle filiere coinvolte solo se accompagnato da idonei incentivi alle imprese.

Print Friendly and PDF

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA
Clicca sull icona e Leggi le riviste online o sfoglia le news/letter !

Consulta le pubblicazioni GRATUITE nella NOSTRA biblioteca multimediale

articoli