USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

28 aprile 2014

Rifiuti agricoli 2014 - Aziende agricole escluse dal Sistri

E' stato firmato dal ministro  il decreto attuativo del  SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) La parte che ci teniamo ad evidenziare è che:

Sono esentati dagli adempimenti previsti dalla normativa SISTRI, le aziende che producono rifiuti agricoli e agroindustriali con meno di 10 dipendenti, e quelle (sia Enti che imprese)  che conferiscono già i rifiuti di questo tipo in un circuito di raccolta organizzato .

Per chi avesse interesse, in Questo link trovate il decreto Ministeriale.

Ricordiamo per chi non lo sapesse, in breve, cosa avrebbe comportato tra le altre cose l'obbligo di iscrizione al SISTRI delle aziende agricole, e capirete l'importanza di questa esenzione.
  • La compilazione OBBLIGATORIA di un documento elettronico composto da diverse sezioni per la  gestione dei rifiuti.
  • Quando il produttore intende movimentare un rifiuto, accede al sistema SISTRI, si autentica, e dichiara il quantitativo di riIl sistema genera una Scheda SISTRI  con tutte le informazioni inserite precedentemente dall'operatore nel suo Registro ed avente uno specifico codice identificativo che accompagnerà il rifiuto durante tutto il suo percorso.
    A questo punto il produttore compilerà l'eventuale presenza di un intermediario, l'indicazione dell'impianto di destinazione rifiuto da movimentare 
  • A questo punto, il delegato dell'azienda di trasporto accede al sistema SISTRI, si autentica con le proprie credenziali e compila la parte di sua competenza della scheda precedentemente aperta dal produttore con: mezzo utilizzato, conducente, targa, data, percorso ed eventuale tratta.
  • In questa fase interviene il conducente del mezzo, che partito dall'azienda con l'autoveicolo dotato della corrispondente black box, del dispositivo USB e di una copia della scheda SISTRI, si dirige verso la sede del produttore per prendere in carico i rifiuti.
Terminato il carico, inserisce il dispositivo USB nel PC del produttore per dare il via al tracciamento del percorso.
  • Una volta arrivato a destinazione ed effettuate le verifiche da parte del gestore dell'impianto, il delegato dell'azienda che riceve il carico accede al sistema SISTRI, si autentica e compila la sezione di propria competenza della scheda con: spedizione accettata e quantitativo ricevuto.
Il sistema quindi genera automaticamente per l'azienda di trasporto la riga di scarico del Registro Cronologico, e compila automaticamente per il gestore dell'impianto di destinazione la riga di presa in carico dei rifiuti.
  • Il ciclo si conclude con l'inserimento del dispositivo USB da parte del conducente del mezzo nel PC del destinatario per l'invio al SISTRI dei dati memorizzati nella black box durante il percorso.
tratto da" http://www.logisticamente.it/Articoli/5659/Cose_e_come_funziona_il_SISTRI_sistema_per_la_tracciabilita_dei_rifiuti.aspx"


Semplice vero!

Print Friendly and PDF

articoli