USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

17 dicembre 2014

Regione Veneto posticipo divieto di spandimento in zone non vulnerabili ai nitrati 2014 (quindi esclude gran parte della provincia di Venezia)

il DDR n. 143 del 12 dicembre 2014.
 Tale decreto,posticipa i termini, per le sole zone ordinarie (non designate vulnerabili ai nitrati) del Veneto decreta:

 1. di stabilire nella data di giovedì 15 gennaio 2015 l’inizio del divieto di spandimento degli effluenti di allevamento non palabili e dei materiali ad essi assimilati, limitatamente ai Comuni delle zone montane (così come classificate ai sensi della LR n. 51/93) ricadenti nelle Zona Ordinarie del Veneto (zone non vulnerabili ai nitrati);
 2. di stabilire, limitatamente alla corrente stagione invernale, nella data di martedì 30 dicembre 2014 l’inizio del divieto di spandimento degli effluenti di allevamento non palabili e dei materiali ad essi assimilati nei territori in Zona Ordinaria (non designata vulnerabile ai nitrati di origine agricola(il bacino scolante in laguna di Venezia, area individuata con il “Piano Direttore 2000” per il risanamento della laguna di Venezia, di cui alla deliberazione del Consiglio regionale n. 23 del 7 maggio 2003;)) degli altri Comuni del Veneto;
 3. di riconfermare, in particolare, il divieto assoluto di spandimento su terreni gelati, innevati, con falda acquifera affiorante, con frane in atto e su terreni saturi d’acqua, secondo quanto previsto dall’articolo 4, comma 1 dell’allegato A alla DGR 7 agosto 2006, n. 2495;

 4. di confermare che quanto stabilito con il presente provvedimento costituisce integrazione pienamente efficace delle disposizioni in materia di controllo dei “Requisiti Minimi” di cui all’allegato 8 del DM n. 10346 del 13 maggio 2011, in materia di Condizionalità, e di quanto previsto dalla DGR 11 febbraio 2014, n. 104.
Print Friendly and PDF

articoli