AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

13 gennaio 2015

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DIVIETI STAGIONALI DI SPANDIMENTO

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DIVIETI STAGIONALI DISPANDIMENTO


ZONE VULNERABILI 

(Allegato A – DGR1150/2011)

Si richiamano, per uno specifico chiarimento in proposito, le disposizioni concernenti i divieti stagionali di spandimento dei liquami e dei materiali ad essi assimilati.
Nell’utilizzo agronomico degli effluenti di allevamento, l’articolo 8, comma 1, lettera c) dell’allegato A alla DGR n. 1150/2011 (“II Programma d’azione per le zone vulnerabili ai nitrati del Veneto”) dispone i seguenti divieti di spandimento:

LIQUAME E MATERIALI ASSIMILATI (TUTTI)
1° novembre - 28 febbraio, divieto di durata pari a 120 giorni;
limitatamente ai soli spandimenti su terreni con pascoli, prati di media o lunga
durata o cereali autunno vernini: 1° novembre – 31 gennaio (divieto di durata pari a 90 giorni).
Sulla base del combinato disposto delle indicazioni precedenti, ne consegue che su terreno nudo durante il periodo autunno-invernale (destinato, ad es., alla coltivazione di mais, soia, barbabietola, ecc.), il divieto permane della durata di 120 giorni, cioè dal 1° novembre al 28 febbraio.
LETAME
1° novembre – 31 gennaio (durata divieto 90 giorni): letame e assimilati;
15 dicembre – 15 gennaio (durata divieto 30 giorni): per il letame bovino,
ovicaprino e di equini, con sostanza secca pari ad almeno il 20%, limitatamente ai terreni con prati permanenti e avvicendati ed in assenza di percolati.

ZONE ORDINARIE (non vulnerabili) (DGR 2495/2006)

LIQUAME E MATERIALI ASSIMILATI (TUTTI)
15 dicembre – 15 febbraio: il divieto stagionale di spargimento è rimasto
invariato, al pari di tutta la normativa per le zone ordinarie, anche in seguito all’approvazione del “II Programma d’azione”.
LETAME E METERIALI ASSIMILATI
Le norme in vigore non prevedono divieti stagionali di spandimento.


Si ricorda che il divieto di spandimento degli effluenti, indipendentemente dalla zona (vulnerabile o meno) e dal calendario dei divieti stagionali, vale anche i periodi in cui i terreni sono ghiacciati, innevati o saturi d’acqua.
Si allega, ai fini di una più agevole presa d’atto dei periodi di divieti disposti dalla normativa regionale vigente, la tabella riassuntiva che segue.




Print Friendly and PDF

articoli