AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

10 marzo 2015

vitivinicolo cambia il sistema delle autorizzazioni.

VIENE ELIMINATO IL SISTEMA DEI DIRITTI DI IMPIANTO SOSTITUITO DA UN NUOVO SISTEMA DI AUTORIZZAZIONI
  Dal 1° gennaio 2016 il sistema dei diritti di impianto sarà sostituito da un sistema di autorizzazioni all'impianto, il principio basilare del nuovo sistema sarà che l'impianto od il reimpianto di una superficie vitata sarà consentito solamente dietro concessione di una autorizzazione gratuita da parte della pubblica amministrazione.
 A differenza dei diritti, vendibili e della durata di 8 anni, le autorizzazioni non sono trasferibili, quindi non sono neanche acquistabili e durano tre anni.
Ogni stato membro potrà rendere disponibili nuove autorizzazioni equivalenti al massimo all'1% della propria superficie vitata (calcolata al 31 luglio dell'anno precedente). In Italia l'1% corrisponde a circa 6.500 ettari da distribuire sull'intero territorio nazionale.
 Sono altresì previste sanzioni amministrative per chi richiede ed ottiene un'autorizzazione all'impianto e non la utilizza.

Viene previsto inoltre un sistema di calcolo "pro-rata" per l'assegnazione dei diritti nel caso in cui le richieste di assegnazione fossero superiori alla disponibilità, dal 2016, in caso di estirpazione di un vecchio vigneto, il reimpianto sarà consentito all'interno della stessa azienda.
 I diritti di impianto vitivinicoli detenuti dai produttori e validi fino al 31 dicembre 2015 potranno essere convertiti, su richiesta, in autorizzazioni a decorrere dal 1°gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2020. Si precisa infine che il decreto che avrebbe dovuto eliminare i blocchi regionali alla circolazione dei diritti di impianto è stato avviato alla procedura di approvazione da parte del consiglio dei ministri essendo mancata l'intesa Stato Regioni. Confagricoltura ha chiesto ed ottenuto che, in tale sede, si inserisse anche la possibilità, prevista dall'art.68 del regolamento comunitario sull'OCM unica (Reg. n. 1308/2013) di consentire ai produttori di presentare la richiesta di convertire i diritti in autorizzazioni entro la data del 31 dicembre 2020.g
Print Friendly and PDF

articoli