AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

27 aprile 2015

assegnazione nuovi diritti di impianto vigneti da riserva regionale

Dal sito di AVEPA riportiamo :

Assegnazione di diritti di impianto vigneti dalla Riserva regionale

Il 17 aprile 2015 la Regione del Veneto ha pubblicato nel Bollettino Ufficiale il nuovo bando per l'assegnazione dei diritti di impianto prelevati dalla riserva (DGR  441 del 31.03.2015).
La superficie totale della riserva regionale messa a bando è di 485,7137 ettari, di cui 455,7137 ettari finalizzati al potenziamento delle aziende viticole/vitivinicole e i rimanenti 30 ettari finalizzati alla realizzazione di vigneti destinati alla produzione di marze della categoria certificato.
Nell'ambito dei 455,7137 ettari, 20 ettari sono riservati all'area viticola bellunese (territorio amministrativo della provincia di Belluno) per le produzioni DOP/IGP del territorio da realizzarsi da parte di imprese che hanno sede legale in provincia di Belluno.
L'attribuzione dei diritti d'impianto avverrà sulla base della posizione assunta dalle domande presentate per le specifiche graduatorie in ordine decrescente. A parità di punteggio sarà data precedenza ai richiedenti più giovani in base al giorno, mese e anno di nascita.
Le domande potranno essere presentate da imprenditori agricoli che conducono un'impresa con una superficie vitata minima aziendale, compresi i diritti in portafoglio, pari almeno al 20% se la SAU è fino a 5 ettari e pari al 10% se la SAU è superiore ai 5 ettari; con una soglia minima di superficie vitata di 5.000 mq in area collinare e 10.000 mq in pianura. Per la classificazione delle aree di collina e di pianura si fa riferimento alla classificazione ISTAT. Si considera una azienda di collina quando almeno il 50% della SAU ed il centro aziendale ricadono in tale zona. Il conduttore dovrà inoltre dimostrare di non avere ceduto alcun diritto di reimpianto nei 5 anni precedenti. E' prevista una superficie minima richiedibile nella domanda pari a 3.000 mq.
L'attribuzione definitiva del diritto sarà effettuata per le aziende giudicate assegnabili previo accertamento del pagamento di un corrispettivo pari a 5.000 Euro per ettaro, ridotto a 2.000 euro per ettaro per le superfici da realizzarsi in provincia di Belluno.
Il bando fissa una superficie massima attribuibile a ciascun soggetto avente i requisiti pari a 10.000 mq, aumentabile fino al massimo di 30.000 mq nel caso in cui, conclusa l'attribuzione dei diritti, dovesse essere ancora presente superficie disponibile.
Le domande di accesso alla riserva dovranno essere presentate allo Sportello unico agricolo AVEPA competente per territorio entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.
Print Friendly and PDF

articoli