AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

07 luglio 2016

Introdotte sanzioni in caso di mancata iscrizione all'Anagrafe apistica

Il Senato approva il collegato agricoltura 

Articolo 34 comma 2 approvato dalla camera dei deputati:


È fatto obbligo a chiunque detiene alveari di farne, a proprie spese, denuncia e comunicazione di variazione alla banca dati dell'anagrafe apistica nazionale (BDA),

 di cui al decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali 4 dicembre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.93 del 22 aprile 2010. 

Chiunque contravviene all'obbligo di denuncia della detenzione di alveari o di comunicazione della loro variazione all'anagrafe apistica nazionale è soggetto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 4.000 euro.


per informazioni rivolgetevi al servizio veterinario dell'ULSS

ULSS Veneziana servizio veterinario
Registrazione dell’apicoltore nell’Anagrafe Apistica Nazionale (BDA)
Gli apicoltori devono essere registrati nella Banca Dati Apistica Nazionale (BDA):
  1. l’apicoltore viene identificato con l’attribuzione di un codice univoco
    1. i nuovi apicoltori devono richiedere, collegandosi alla BDA, l’attribuzione del codice identificativo
    2. i restanti apicoltori devono verificare di essere già registrati in BDA
  2. gli apiari sono censiti per località e coordinate geografiche
    1. gli apiari sono identificati con un cartello identificativo
Il Codice Univoco Nazionale identifica le attivita’ di apicoltura presenti ed operanti sul territorio italiano.
Sia che si tratti di apicoltori per autoconsumo, che per scopi commerciali, devono registrare obbligatoriamente nell’Anagrafe Apistica Nazionale tutte le operazioni che riguardano i propri apiari, gli spostamenti di alveari da un apiario ad un altro e la compravendita di materiale vivo (regine, famiglie, sciami, nuclei, pacchi d’api).


Il proprietario degli alveari (o il soggetto delegato per iscritto ad operare presso l’Anagrafe Apistica Nazionale per registrare tutte le operazioni previste dalla Legge) dovra’ quindi registrare tutte le compravendite e gli spostamenti di alveari e materiale vivo.
anagrafe apistica nuove disposizioni nazionali
circolare regione veneto 24594 del 20/01/2015

Con una nota del 13 febbraio 2018 l’Unità regionale Veterinaria e Sicurezza alimentare ha fornito gli aggiornamenti legislativi in materia di apicoltura e le indicazioni applicative, viste le modifiche apportate alle vigenti norme in materia.

Le nuove disposizioni vengono assunte, in particolare, alla luce del decreto direttoriale ministeriale 22 novembre 2017, che fornisce indicazioni per la comunicazione e la registrazione nella Banca dati apistica nazionale delle movimentazioni sul territorio nazionale di materiale apistico vivo, e della legge regionale n.41 del 6 dicembre 2017, relativa a norme per la tutela lo sviluppo e la valorizzazione dell’apicoltura.

I chiarimenti forniti riguardano il censimento degli apiari e degli alveari, la movimentazione di api e alveari all’interno del territorio regionale, la tempistica di comunicazione e regolamentazione delle movimentazioni di api e alveari da altre Regioni.

Vengono richiamate anche le altre disposizioni vigenti sul territorio regionale e cioè le linee guida per la segnalazione di moria o spopolamento degli alveari, il piano di sorveglianza per la ricerca di Aethina tumida, il piano di lotta alla varroatosi, nonché chiede la massima attenzione riguardo la Vespa velutina.


Print Friendly and PDF

articoli