AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

01 settembre 2016

La nuova doc "pinot grigio delle Venezie"

PINOT grigio: VERSO LA NUOVA DOC “DELLE VENEZIE”

 INIZIATA A VERONA RIUNIONE PUBBLICO ACCERTAMENTO SU PROPOSTA DI DISCIPLINARE DI PRODUZIONE
Una nuova DOC con un enorme potenziale-(il Pinot Grigio dovrà essere fatto per l’85% da uva Pinot Grigio),con il riconoscimento della nuova DOC “Pinot Grigio delle Venezie” nasce dunque un sistema vitivinicolo interregionale che vale 20.275 ettari di vigneti (11.511 in Veneto, 6.005 in Friuli-Venezia Giulia e 2.760 inTrentino). L’area di produzione del “Pinot Grigio delle Venezie DOC” rappresenta oggi oltre l’82% dellasuperficie coltivata a Pinot Grigio in Italia, assumendo quindi la piena leadership del settore.
La produzione di Pinot Grigio nel Nord Est (comprensiva delle attuali DOC storiche) e imbottigliata nel 2015 è stata di ben 230 milioni di bottiglie.
Ora per raggiungere il traguardo manca il via libera da parte del Comitato nazionale vini presso il Ministero dell’agricoltura previsto per venerdì 2 settembre, e poi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Comunicato stampa N° 1192 del 02/09/2016

(AVN ) Venezia, 2 settembre 2016

“Dal Comitato nazionale Vini arriva un via libera fondamentale per il riconoscimento della nuova Doc interregionale del Pinot grigio ‘delle Venezie’ ”.

L’assessore veneto all’Agricoltura Giuseppe Pan accoglie con soddisfazione il parere positivo espresso al nuovo disciplinare di produzione del Pinot grigio del Nordest dal Comitato nazionale Vini, l’organo tecnico-scientifico del ministero per le politiche agricole responsabile della procedura preliminare in merito ai disciplinari delle Dop e Igp dei vini.

“Oggi i produttori del Nordest hanno superato un’altra importante tappa nel percorso verso il riconoscimento della Doc ‘delle Venezie’ – prosegue Pan - che consentirà al Pinot grigio del Nordest di salire nella classifica delle certificazioni d’origine, passando da Igt a a Doc, e di guadagnare così un marchio (“delle Venezie”) di qualità e di grande potere evocativo, strumento indispensabile per conquistare nuovi mercati internazionali”.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del disciplinare di produzione, scatteranno i 60 giorni di tempo per eventuali osservazioni da parte dei produttori, associazioni di categoria e Regioni. Al termine di questo periodo, se non saranno pervenute richieste sostanziali, il Ministero per le politiche agricole approverà il disciplinare, dando il via libera all’ambita fascetta di Stato di cui potranno fregiarsi i 300 milioni di bottiglie di Pinot grigio prodotti tra Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia.

Intanto – fa sapere l’assessore - le aziende vitivinicole che desiderano vinificare a Doc Pinot Grigio, possono ricevere le linee guida riferite a questo periodo transitorio prdisposte dall’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Nordest con sede a Conegliano, telefonando allo 0438 6165, o indirizzando la richiesta a icqrf.conegliano@politicheagricole.it 
Print Friendly and PDF

articoli