USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

10 febbraio 2017

spesometro 2017 e agricoltori in esonero

SPESOMETRO 2017

L’Agenzia delle Entrate con circolare n.1/E del 7 febbraio 2017 ha chiarito alcuni aspetti relativi al nuovo adempimento della trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute in vigore dal 2017.
In particolare, è stato sottolineato che l’esonero dalla comunicazione dei dati delle fatture riguarda solo i produttori agricoli in regime di esonero nelle zone montane che rispondono ai criteri di cui all’art. 9 della L. 601/73 e non la generalità dei produttori agricoli che operano nell’ambito di tale regime ai sensi dell’art. 34 comma 6 del DPR 633/72.
E’ stato, invece, chiarito che gli agricoltori con volume d’affari non superiore a 7.000 euro dovranno comunicare soltanto le fatture attive, ossia le autofatture emesse dagli acquirenti (SOSTANZIALMENTE LE AUTOFATTURE DI VENDITA DEL RACCOLTO ), mentre non dovranno trasmettere le fatture d’acquisto che non devono nemmeno essere registrate.
L’Agenzia delle Entrate, per completezza, ha ricordato che questi ultimi hanno la possibilità di optare per il regime ordinario IVA, e, nel qual caso, si applicheranno gli ordinari obblighi di comunicazione dei dati delle fatture.
Sotto questo aspetto il “nuovo” spesometro risulta, pertanto, più semplificato rispetto al precedente, nel quale invece venivano comunicati anche le fatture passive.

La comunicazione all'Agenzia delle entrate sulle fatture di vendita, ha subito delle modifiche, da annuale ora è divenuta semestrale, è dal prossimo anno sarà trimestrale.



Lo spesometro, dovrà essere fatto in base alla data di emissione della fattura, se avete fatture o autofatture di vendita relative ai primi sei mesi 2017, vi invitamo a farcele pervenire il prima possibile.

La scadenza per la presentazione dello spesometro relativo alle fatture emesse nel primo semestre 2017 è il 28/09/2017.

Per le fatture emesse nel secondo semestre 2017 la presentazione dello spesometro dovrà essere fatta entro il 28/02/2018.



Il mancato o ritardato invio della comunicazione dei dati delle fatture emesse sarà soggetto a sanzione (art. 11 comma 2 bis del d.lgs. 471/1997, Risoluzione 104/E del 28.07.2017).
Print Friendly and PDF

articoli