USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

16 marzo 2017

E' arrivata anche la legge Rovazzi "col trattore andiamo a comandare"

Visto che in Italia l'agricoltura è presa SERIAMENTE in considerazione, Il disegno di legge, primo firmatario il Pd Bruno Astorre, prende il nome, non da un politico ma da Fabio Rovazzi (cantante 22enne che el 2016 ha pubblicato il singolo Andiamo a comandare, divenuto un tormentone estivo "col trattore in tangenziale andiamo a comandare").

Tralasciando per un attimo il contenuto del controverso disegno di legge , penso che questa sia l'ennesima dimostrazione di come la politica non consideri seriamente, ne il comparto agricolo, ne i problemi dei cittadini.

 Per la politica l'agricoltura è solo un attività bucolica alla portata di tutti, così facendo svilisce, per l'ennesima volt, la professionalità le competenze e il sacrificio che tutte le aziende agricole  mettono in campo ogni giorno.

Entrando del merito del disegno di legge in questione, questo vuole permettere a chiunque, anche a a chi è privo di esperienza di intestarsi un trattore agricolo, cosa fino ad oggi esplicitamente impedita da un Decreto.


Decreto Presidente della Repubblica 16 Dicembre 1992 nr.495aggiornato al D.P.R. 6 marzo 2006, n.153  titolo III articolo 294 punto 3
il richiedente l'immatricolazione di una macchina agricola è titolare di azienda agricola o di impresa che effettua lavorazioni meccanico-agrarie o che esercita la locazione di macchine agricole"

Le associazioni di categoria che rappresentano il comparto agromeccanico, hanno subito sottolineato la pericolosità di questa modifica.

Sostanzialmente sottolineano come, estendendo agli hobbisti la possibilità di immatricolare un trattore, si sottovalutano le conseguenze in termini di sicurezza e professionalità.


"Troppo elevato, secondo i vertici del CAI , il rischio che poi si debba piangere vittime dell’inesperienza"
 CAI ( Coordinamento degli Agromeccanici Italiani)


Ricordiamo che  una ricerca dell'Asaps, associazione amici della polizia stradale,riporta che il mezzo di trasporto più pericoloso è il trattore,non i camion o le moto, il loro osservatorio nel 2007 aveva rilevato che campi si conta una vittima ogni 32 ore. Non lasciamo che tutta la prevenzione fatta in questi anni, con obblighi e formazione alle aziende agricole vada sprecata.




Print Friendly and PDF

articoli